Predestination: il paradosso no, non lo avevo considerato

 

Se non hai visto Predestination:

  • Predestination è il Memento del 2015.
  • Predestination si guarda volentieri.
  • Ethan Hawke anche se non ti si incula nessuno e il mio bravo vale meno del due di bastoni a briscola spade, bravo.
  • Predestination è un bel casino.
  • Predestination mi fa dire cose banali del tipo: “Non servono tanti soldi per girare un bel film, serve solo una bella storia”.
  • Non ci sono DeLorean.
  • Guarda Predestination.
  • Voto 7

Se hai visto Predestination:

Attenzione Spoiler

Predestination in se non è che sia di difficile comprensione, a metà film hai più o meno inteso quello che succederà per la restante metà, sono tutti i se e i ma che ne derivano a essere il vero casino.

La linea temporale di Predestination.
La linea temporale di Predestination.
  • Ma quindi si è scopato/a da solo?!

Si ha portato la masturbazione ad un livello successivo.

Best segotto ever
Best segotto ever
  • Ma quindi non può smettere di agire in quel modo?!

No, è lo stesso paradosso della predestinazione ad obbligarlo ad agire in quel modo. Il paradosso della predestinazione (chiamato anche curva causale, curva di causalità e, meno frequentemente, curva chiusa o curva temporale chiusa) è un paradosso del viaggio nel tempo usato spesso come convenzione nella fantascienza. Esso esiste quando un viaggiatore temporale è preso in una catena di eventi che lo “predestina” a viaggiare indietro nel tempo. Poiché vi è la possibilità di influenzare il passato durante il viaggio, un modo di spiegare il perché la storia non cambi consiste nell’ammettere che qualsiasi cosa sia avvenuta dovette accadere. Un viaggiatore del tempo che cerca di alterare il passato in questo modello, intenzionalmente o meno, otterrebbe solo di adempiere al suo ruolo nel creare la storia come è comunemente conosciuta, invece di cambiarla (secondo il principio di autoconsistenza di Novikov). Oppure che la personale conoscenza storica del viaggiatore già include la sua propria esperienza del passato. In termini giuridici ciò significa questo: il viaggiatore del tempo è nel passato, il che significa che ci è già stato prima. Perciò, la sua presenza è vitale per il futuro e lui compie azioni che causano al futuro effetti corrispondenti a quelli di cui è già a conoscenza del futuro. Ciò è molto simile al paradosso ontologico e a volte occorre allo stesso tempo. E non lo dico io, lo dice Wikipedia eh!

  • E se smettesse di fare e rifare sempre le stesse scelte?!

Non può, sempre a causa del paradosso. Qualsiasi evento si stia cercando modificare, le modifiche porteranno sempre al medesimo risultato.

  • Ma quindi come mai si possono modificare alcuni eventi e non tutti?!

BAAAM DOPPIO PARADOSSO ROTANTE! (tipo l’autoreferenzialità dell’imbecille ma con cose che esplodono)

  • Ma quindi si è veramente scopato da solo!?

Iep.

  • Ma come si può essere padre, madre e figlio di se stessi?!

Labbibbia insegna ma anche la puntata di futurama dove Fry torna indietro nel tempo non guasta.

south-park-randy-masturbation
Ciao vado a generarmi.

 

CONDIVIDI

Comments

comments

Articoli recenti

Archivi

Categorie

2 Comments

  1. Gabriele
    ottobre 10
    Reply

    Grande! Non ci crederai ma oltre che essere il commento più simpatico sul film, il tuo, fra quelli in rete, secondo me è anche il più preciso…per non citare il grafico delle curve temporali che meriterebbe un applauso….

    • ottobre 10
      Reply

      Grazie Gabriele, ricevere complimenti è sempre bello. Spero di riuscire a divertirti anche in futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *